FINE AND RARE BOOKS, VOYAGES, ATLASES, MAPS AND PRINTS

18

Japan. Breve ragguaglio dell'isola del Giapone havuto con la venuta a Roma delli legati di quel Regno.

EUR 5.000,00
Starting price
EUR 6.000,00 / 7.000,00
Estimate

Description

Japan. Breve ragguaglio dell'isola del Giapone havuto con la venuta a Roma delli legati di quel Regno.
 
Breve ragguaglio dell'isola del Giapone havuto con la venuta a Roma delli legati di quel Regno.
In Roma, Appresso Bartholomeo Bonfadino & Tito Diani, 1585

8vo. 160x105 mm. Preziosa legatura del XVIII secolo, marocchino testa di moro con doppia cornice di triplo filetto, titolo e fregi in oro sul dorso. Carte 4 non numerate. Frontespizio con fregio, due iniziali ornate, carattere italico. Bell’esemplare.

Rarissima edizione originale. Opera pubblicata a Roma in occasione della prima ambasceria giapponese inviata in Europa. I quattro giovani legati giapponesi arrivarono nel porto di Livorno il 1 marzo del 1585 e fecero sosta a Firenze. Giunsero a Roma il 22 marzo a mezzanotte: al loro arrivo tutte le chiese della zona furono illuminate con candele.
Conosciuta con il nome di Ambasceria Tensho, fu inviata nel 1582 al papa e ai re d’Europa dal daimyo Otomo Sorin. Nel corso del suo viaggio questa ambasceria giapponese visitò diversi paesi e incontrò numerose personalità europee. Il capo dell’ambasceria, il nobile Mancio Ito (1570–1612), fu accolto nei ranghi della nobiltà europea con il titolo di Cavaliere dello Sperone d’oro. Gli ambasciatori rientrarono in Giappone il 21 giugno 1590, dopo otto anni di permanenza in Europa. 
In quest’opera sono riportate in modo sintetico ma molto preciso importanti notizie sul Giappone relativamente a: geografia, clima, agricoltura, alimentazione, presenza della stampa e assenza della medicina, abiti, assenza del denaro, abitazioni, grande quantità di oro argento e metalli preziosi: infine una interessante descrizione della lingua e soprattutto del doppio sistema di scrittura. Nel recto dell’ultima carta l’elenco dei doni fatti dagli ambasciatori al Granduca di Toscana: un calamaio di legno nero, un foglio di carta su cui erano stati tradotti in giapponese il nome di Dio e della Madonna, due fogli di carta sottilissima, un grande bozzolo di seta e un abito tradizionale giapponese. Prima dell’arrivo dell’ambasceria, le conoscenze sul Giappone provenivano per lo più da resoconti di mercanti portoghesi che viaggiavano in India e Giappone, mentre dopo il 1552 la conoscenza sul Giappone si avrà quasi esclusivamente da lettere in stampa dei gesuiti. Questo breve ragguaglio rappresenta pertanto la prima testimonianza diretta e attendibile sul Giappone pubblicata in Europa.
wed 22 April 2020
Auction times
PADUA, Palazzo Del Capitanio Via dei Soncin, 25 info@badoemart.it www.badoemart.it
ONLY INTERNET AUCTION


Bado and Mart Auctions is available to provide condition reports on request and support for registration.