Fine Books, Manuscripts, Prints and Autographs

466

Archeology. GUARNACCI. Origini Italiche o siano Memorie istorico-etrusche...

EUR 1.500,00
Starting price
EUR 3.500,00 / 3.800,00
Estimate

Description

Archeology. GUARNACCI. Origini Italiche o siano Memorie istorico-etrusche...
 

GUARNACCI, Mario. Origini Italiche o siano Memorie istorico-etrusche sopra l'antichissimo Regno d'Italia, e sopra i di lei primi abitatori nei secoli più remoti. Roma, Paolo Giunchi, provisore di libri della Biblioteca Vaticana, 1785-1787

3 voll. in 4to, 240x180 mm; legatura in piena pergamena coeva, titoli in oro su tassello ai dorsi. Tagli a spruzzo policromi. Frontespizi in rosso e nero. Vignetta calcografica ai frontespizi. Pp. [4], XXXI, [1], 375, [1]; pp. VIII, 328; IV, 320. 2 carte di tavola incise in rame f.t. alle pp. 19 e 321, di cui una ripiegata al I volume; 26 carte di tavola incise in rame f.t., di cui 25 ripiegate e una a piena pagina al II volume. Un totale di 28 carte di tavola incise in rame di cui 27 ripiegate f.t. Testatine, iniziali ornate e finalini xil. Leggero, ma diffuso foxing in tutti e 3 i volumi. Bell’esemplare.


Pregevole edizione dell’opera più celebre del Guarnacci, rara trovasi completa dei tre volumi. La sua sincera passione per l'antichità oltre alle fruttuose esplorazioni archeologiche, si tradusse anche in profondi ed eruditi studi che volevano dimostrare il primato etrusco nella civilizzazione del mondo antico. È un'opera molto erudita sulle origini mitiche e storiche dei popoli che per primi abitarono la penisola italiana, popoli che l'autore fa discendere dagli Etruschi, dei quali analizza la lingua, le monete, le arti e le scienze. L’autore voleva dimostrare che le arti e le scienze non erano state introdotte, come si pensava comunemente, in Italia dalla Grecia, ma viceversa. Guarnacci rimprovera anche i romani per la loro opera di cancellazione perfino delle memorie etrusche, soprattutto per il mancato riconoscimento del debito di civilizzazione contratto con l'antico popolo italico da cui hanno derivato studi, leggi, arti, monumenti e riti. Guarnacci dunque vuole dimostrare che la civiltà della Grecia e quella di Roma sarebbero figlie della civiltà Etrusca. La tesi trovò all'inizio molti sostenitori e anche molti oppositori, piano piano gli entusiasti restarono pochi. L’Accademia Etrusca di Cortona, città etrusca, accettò subito la tesi del Guarnacci e lo nominò suo lucomone. Guarnacci costituì un'importante collezione di reperti archeologici e una biblioteca di ben settemila opere. 

Bibliography

Cfr. Iccu; Brunet II, 1779; Graesse III, 169.
wed 1 -  thu 2 December 2021
Auction times

VIEWING

15-22 November 2021 from 10.00 am to 6.00 pm. Only by appointment and with Valid Certification for Covid-19.