Fine Books, Manuscripts, Prints and Autographs

96

GALILEI. Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari.

EUR 20.000,00
Starting price
EUR 30.000,00 / 40.000,00
Estimate

Description

GALILEI. Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari.
 
GALILEI, Galileo. Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari e loro accidenti comprese in tre lettere scritte all'illustrissimo signor Marco Velseri Linceo... dal signor Galileo Galieri Linceo...
In Roma, appresso Giacomo Mascardi, 1613
 
4to. 220x160 mm. Legatura coeva in pergamena floscia. Pagine 164 così distribuite: 3 pp. n.n. [A1-A2r], pagine 4-164. Segn.: A6, B-S4, T6, V4. A carta A4r ritratto di Galileo, sul Frontespizio stemma dell'Accademia nazionale dei Lincei. 38 incisioni a piena pagina di macchie solari, 5 incisioni a tutta pagina di satelliti di Giove, diverse figure e diagrammi xilografici nel testo, Iniziali xilografiche. Lieve foxing e qualche leggera brunitura, bell’esemplare.
 
Editio Princeps. In quest’opera Galileo annuncia la sua scoperta delle macchie solari e dei satelliti di Giove e difende apertamente il sistema copernicano. Osservando il Sole al telescopio, Galileo aveva scorto sulla sua superficie numerose macchie. Altrove le stesse macchie erano state osservate da Christoph Scheiner, un matematico gesuita allora residente in Baviera. Mark Welser, notabile di Augusta e conoscente di entrambi, sollecitò un parere sulla nuova scoperta. Le divergenze che emersero sulla natura delle macchie solari rispecchiavano la divaricazione di fondo fra la posizione inossidabilmente filoaristotelica dello Scheiner, incapace di superare l'idea dell'incorruttibilità dei cieli, e la proiezione di Galileo verso la nuova cosmologia copernicana. Le tre lettere inviate da Galileo al Welser e pubblicate dall'Accademia dei Lincei col titolo di Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari e loro accidenti non si fermano perciò alla disamina del fenomeno osservato, ma lo prendono a pretesto per attaccare il conformismo acritico degli avversari, fino ad affermare la verità naturale dell'eliocentrismo e del moto terrestre. DSB: “demolishing Scheiner’s conjecture that the spots were tiny planets […] spoke out decisively for the Copernican system for the first time in print [... and] found a place for his first published mention of the concept of conservation of angular momentum and an associated inertial concept. During its composition he had taken pains to determine the theological status of the idea of incorruptibility of the heavens, finding that this was regarded by churchmen as an Aristotelian rather than a Catholic dogma”.
Sono state pubblicate due diverse tirature di questa edizione: la prima è come la nostra copia che termina a pagina 164, la seconda contiene alla fine il De maculis solaribus epistolae tres di Scheiner Probabilmente la spiegazione delle due tirature sta nel diritto d’Autore: la prima era destinata al mercato europeo, mentre la seconda era destinata al mercato italiano, per in Italia nel mercato italiano. Poiché Scheiner insegnava allora a Ingolstadt, il tipografo Mascardi ha potuto pubblicare le sue lettere in Italia, ma i privilegi a nord delle Alpi sarebbero stati violati.
Cinti 44; Carli e Favaro 60; DSB V, p. 242.
wed 1 -  thu 2 December 2021
Auction times

VIEWING

15-22 November 2021 from 10.00 am to 6.00 pm. Only by appointment and with Valid Certification for Covid-19.