RARE BOOKS, ATLASES, MAPS AND GRAPHIC ARTS

65

Milestone of Roman Carthography. NOLLI. Nuova pianta di Roma data in luce da Giambattista Nolli l'anno M DCC XLVIII.

1748
EUR 12.000,00
Starting price
EUR 15.000,00 / 18.000,00
Estimate

Description

Milestone of Roman Carthography. NOLLI. Nuova pianta di Roma data in luce da Giambattista Nolli l'anno M DCC XLVIII.
1748

 
NOLLI, Giovanni Battista. Nuova pianta di Roma data in luce da Giambattista Nolli l'anno M DCC XLVIII.
Roma, 1748
 
Folio Imperiale. 478x365 mm. Legatura del XIX secolo mezza pelle e cartonato marmorizzato, titolo e filetti in oro al dorso liscio, fogli in guardia marmorizzati. Opera interamente incisa in rame. Così composta: Un foglio con il titolo, “La topografia di Roma” su doppia pagina, “Urbis Ichonographia a Leonardo Bufalino” su doppia pagina, un foglio con “Avviso al Lettore”, 4 fogli con “Indice de Numeri della Pianta”, 12 Tavole su doppia pagina con le sezioni cartografiche “La nuova topografia di Roma”, 4 fogli con “Indice alfabetico della Pianta”. Dopo il foglio ’Avviso al Lettore’, i fogli sono numerati 1-32: Indici (pp. 1-4), 12 sezioni cartografiche a doppia pagina (pp. 5-28), indici a pagina singola (pp. 29-32).
Al foglio di guardia ex-libris “Comte Fernand de Rességuier”. Alcune carte più corte. Difetti alla legatura, internamente foxing marginale e qualche traccia di umidità, in complesso buon esemplare. 
 
Rara prima edizione. La “Nuova pianta di Roma” di Giovanni Battista Nolli, realizzata tra il 1736 e il 1748, è considerata una pietra miliare nell’arte e nella scienza della cartografia per l’accuratezza con cui registra il fitto tessuto urbano di Roma al culmine della sua bellezza settecentesca: strade, piazze, spazi pubblici, ville, vigneti, monasteri e antiche rovine. Insomma, quasi otto miglia quadrate di terreno incise squisitamente su dodici lastre di rame e con l’indicizzazione di 1320 siti. 
L'opera fu commissionata da Papa Benedetto XIV per censire Roma e contribuire a creare le demarcazioni dei quattordici (14) rioni tradizionali di Roma. Si tratta di gran lunga della descrizione più accurata di Roma prodotta fino a quel momento, in un'epoca in cui le conquiste architettoniche del papato erano in pieno sviluppo. La mappa di Nolli riflette quella di Bufalini del 1551, tuttavia Nolli ha apportato una serie di importanti innovazioni. In primo luogo, Nolli riorienta la città da est (come era convenzionale all'epoca) a nord magnetico, riflettendo il fatto che Nolli si affida alla bussola per orientarsi nella topografia della città. In secondo luogo, Nolli rappresenta gli spazi pubblici chiusi come i colonnati di Piazza San Pietro e il Pantheon come spazi civici aperti. Infine, la mappa rappresentava un significativo miglioramento in termini di precisione, rilevando persino l'asimmetria di Piazza di Spagna. La mappa è stata utilizzata nella pianificazione governativa della città di Roma fino agli anni Settanta; è stata utilizzata come mappa di base per tutta la cartografia e la pianificazione romana fino a quella data.
Questo esemplare contiene in più all’opera di Nolli: 
“La topografia di Roma” su doppia pagina incisa da Nolli nel 1748; 
“Urbis Ichnographiam a Leonardo Bufalino”, la carta di Roma antica di Leonardo Bufalini, in origine incisa nel 1551, rielaborata e ridotta ad opera di G.B. Nolli nel 1748;
 
Luigi Ficacci 22, John Wilton-Ely 1007 (1095-5), Millard Architectural Collection, Italian and Spanish Books, p. 234- 239.
tue 16 July 2024
Auction times
Via dei Soncin, 28 35122 Padua Italy

EXHIBITION: 11-14th July 2024 on appointment only.

To book your appointment, call 0039 049 8755317 or send an email to info@badoemart.it

We remind you that our staff remains at your disposal to carry out detailed condition reports with additional photos in addition to the pictures already present in the catalog.